Attualità

La morte di Alberto Mandolesi, i messaggi di cordoglio per la storica voce giallorossa

Il mondo del giornalismo e calcio giallorosso, e romano, si stringe attorno alla famiglia Mandolesi, per la scomparsa di Alberto storico giornalista tifoso della Roma che per primo fondò una radio per parlare della squadra capitolina. Malato da tempo, si è spento all’età di 77 anni. 

Il cordoglio 

Il lutto ha colpito colleghi, ex calciatori e non solo del mondo calcistico romano. Tanti i messaggi per la famiglia a partire proprio dalla Roma che ricorda la sua radiocronaca dell’ultimo gol di Cerezo. Anche la Lazio ha voluto stringersi attorno alla famiglia e lasciare il proprio messaggio di cordoglio sottolineando la signorilità di Alberto Mandolesi. Cordoglio è arrivato anche da Rosella Sensi e Bruno Conti. Non mancano i messaggi dei colleghi giallorossi e laziali come De Angelis voce nota del tifo biancoceleste, tutti uniti per un ricordo del giornalista amato da tutti. 


Chi era 

Alberto Mandolesi nel 1975, quando non aveva ancora trent’anni, la prima emittente radiofonica privata in cui raccontava le partite dell’AS Roma. Raccontò l’esordio di Francesco Totti e fu il primo a intervistarlo. Oltre allo sport e alla Roma, Mandolevi aveva un trascorso nella musica come autore (di Loredana Bertè, tra gli altri) e musicista. Amato dai tifosi giallorossi durante Roma-Inter, dagli spalti dell’Olimpico è stato esposto uno striscione per lui: “Forza Alberto, raccontaci un altro gol”.

Il funerale si terrà martedì 13 febbraio alle ore 10:: presso la Basilica del Sacro Cuore Immacolato di Maria in Piazza Euclide. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio