AperturaGrande Roma

sequestrati 30 chili di prodotti

Controlli Carabinieri e NAS Minimarket – foto di repertorio non collegata ai fatti

E’ un quantitativo impressionante di carne e pesce fresco di dubbia provenienza, che poteva finire sulle tavole delle famiglie o dei ristoranti della zona, quello che è stato scoperto nelle celle frigo di un minimarket nella zona di Tor Cervara a sud-est di Roma.

Roma, nelle celle frigorifere 30 chili di carne e pesce sono stati sequestrati dai militari: migliaia di euro di multa per scarsa igiene

Alimenti privi di documenti di tracciabilità erano messi tranquillamente in vendita nel piccolo market a servizio della zona di Tor Cervara nella via omonima, dove a non aver superato i controlli dei NAS il Nucleo dei Carabinieri a tutela della salute pubblica, sono stati decine di chili di prodotti freschi.

Nella sua attività commerciale, il titolare aveva fatto provvista di almeno 20 chili di carne e 10 di pesce ma tutti di dubbia provenienza, motivazione che già da sola avrebbe giustificato il sequestro con la successiva distruzione del prodotto.

Ma nel corso delle verifiche alle attività commerciali è stata questo l’esercizio saltato agli occhi anche per la totale mancanza di un altro requisito, minimo ed indispensabile per un market di alimenti, e cioè la pulizia degli ambienti, tra magazzini di stoccaggio dei prodotti e spazi pubblici per i clienti.

Quando con il supporto del personale dei NAS, i Carabinieri della Compagnia Roma Monte Sacro sono entrati, hanno trovato un situazione di fronte alla quale non potevano non dare seguito.

La mancanza dei requisiti generali in materia di igiene e la mancanza di tracciabilità dei prodotti, hanno quindi richiesto giocoforza il sequestro di almeno 30 chili complessivi di prodotti tra tagli di macelleria e ittico.

Un “danno” all’attività prima che la stessa ne facesse alla collettività, che è stato ulteriormente sottolineato dalla pesante sanzione al titolare del Minimarket di via di Tor Cervara, per un importo quasi 5mila euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio